seguicisu

Seguici su:  

MARCHINI L'ULTIMO DEI MACCHIAIOLI

data

Sabato 27 Aprile 2019

corpo

Mostra personale di Giovanni Marchini (1877 - 1946) dal 28 aprile al 11 maggio nei locali di 'mmagini, Spazio, Arte' di via Beltrami a Cremona. 

L'apertura è in programma domani, 28 aprile, alle 17.30, con la presentazione a cura del critico d'arte, Gianluigi Guarneri.

Giovanni Marchini definito "L’ultimo dei macchiaioli",  nel 1896 si iscrisse al Regio Istituto Belle Arti di Firenze, docente Giovanni Fattori. Frequentò a Venezia la Scuola del Nudo infine affinò le sue qualità all’Accademia Belle Arti di Roma. Gli anni trascorsi a Firenze, Venezia e Roma furono per lui quelli della formazione artistica e culturale.

Coltivò varie tecniche e si dedicò anche alla scultura. Le sue opere sono in Italia, USA, Russia, Città del Vaticano, suoi affreschi in diverse chiese, edifici civili e residenze private.

Le opere di Giovanni Marchini, sospese tra realtà e visione si diramano nello spazio evocando paesaggi rarefatti dove il colore, dinamico e tumultuoso, si amalgama silente tra atmosfere romantiche ed emulsioni simboliste.   La natura si dilata veloce tramite accostamenti organici e vaporosi accendendo inedite luminosità in equilibrio tra caos e linearità formale.   

Marchini trasfigura la composizione in idilliaci accostamenti cromatici dai toni tempestosi e modulati operando un ribaltamento di priorità tra soggetto e oggetto, tra mondo visibile e invisibile.  Cangianti tonalità accendono le emulsioni emozionali della materia pittorica libera di espandersi sul substrato alla ricerca di un’inedita luce.   

Le opere trovano nel paesaggio e nel ritratto un’inesplorata sintesi figurativa rivelatrice di arcane suggestioni  che raccontano un mondo agreste e frugale dall’inquieta sensibilità.   
Enormi nubi si diramano diafane tra alberi spettrali mossi, come entità elettriche, da un’inquieta brezza.   

Sintetiche e strutturate sovrapposizioni tonali liberano la forza espressiva dell’artista  evidenziando indefiniti meta-racconti colmi di una pregnante poesia ideativa. 

Malinconie, cangianti tonalità, lontane memorie trasfigurano la luce tramite vibratili vampate pittoriche sublimate in dosate colature di colore dalla toccante fragilità materica.   

Palpiti e sussurri cromatici determinano una sospesa indeterminatezza delle forme in bilico tra una profonda dimensione concettuale delle tonalità e un’elaborata intenzionalità delle emulsioni sottese in un’apparente immobilità. 

 

Archivio mensile

Condividi:

Articoli più letti

Sabato 19 Maggio 2018

E' accaduto nel Cremonese; le forze dell’ordine stanno...

Lunedì 22 Gennaio 2018

Dietrofront dell'Agenzia delle Dogane

Martedì 23 Agosto 2016

Dieci le persone rimaste ferite; traffico bloccato

tuttigliarticoli

footerbottom

© Copyright 2016 VideoNotizieTV
P.I. 10822650155

Powered by Weblitz

seguicifooter

Seguici su:  

Menu Servizio Footer