seguicisu

Seguici su:  

AGGRESSIONI SUL LUNGO LAGO A DESENZANO

data

Mercoledì 11 Settembre 2019

corpo

Il Commissariato di Desenzano del Garda, coadiuvato da personale della Questura di Brescia e di Cremona, nella mattinata di ieri 10 settembre,  ha dato esecuzione a 14 ordinanze di applicazione di misure cautelari personali, emesse dal GIP del Tribunale per i Minorenni e dal GIP del Tribunale Ordinario di Brescia, nei confronti di altrettanti giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni, residenti nella bassa bresciana e a Cremona, indagati per rapina pluriaggravata avvenuta a metà giugno sul lungolago di Desenzano nei confronti di alcuni loro coetanei abitanti in questo centro cittadino.

I fatti precisamente risalgono al 13 giugno quando una ventina di giovani  giungevano a Desenzano nei pressi dell’area denominata “Maratona” ed iniziavano ad insultare, minacciare ed aggredire, percuotendoli con calci e schiaffi, sette ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni, a cui venivano asportati oggetti ed effetti personali, tra cui: telefonini, portafogli, denaro, magliette e cuffie auricolari.

Le investigazioni del Commissariato, attraverso perquisizioni, sequestri, analisi di tabulati telefonici, esame del contenuto di cellulari, individuazioni fotografiche, dichiarazioni testimoniali,  permettevano di   ricostruire i fatti in questione ed individuare i responsabili.

Si appurava in particolare che quanto accaduto era stata una vera e propria “spedizione punitiva”, preordinata e preparata anche con la creazione di un gruppo in chat, originata da un precedente episodio avvenuto alcuni giorni prima,  in cui uno degli indagati era stato “preso di mira” in questo centro cittadino  da alcuni coetanei Desenzanesi.

Venutolo a sapere, gli amici di quest’ultimo residenti a Bagnolo Mella e Manerbio, organizzavano l’azione ritorsiva partendo in treno il pomeriggio del 13 giugno per dare “una lezione” ai Desenzanesi ed alla spedizione si aggiungevano altri quattro o cinque giovani nordafricani provenienti da Cremona.

Giunti al parco “Maratona” di Desenzano, il “branco”  riconosceva uno dei ragazzi coinvolti nei fatti avvenuti qualche giorno prima a danno del loro amico e dopo averlo circondato aggressivamente ponevano in atto verso di lui e contro chi gli erano vicino o transitava in zona in quel momento, le condotte violente sopra narrate.

Le A.G. competenti, condividendo a pieno le risultanze investigative, emettevano le ordinanze di applicazione delle misure cautelari che sono state eseguite nella mattinata di ieri 10 settembre.

 

galleria_immagini

Archivio mensile

Condividi:

Articoli più letti

Sabato 19 Maggio 2018

E' accaduto nel Cremonese; le forze dell’ordine stanno...

Lunedì 22 Gennaio 2018

Dietrofront dell'Agenzia delle Dogane

Martedì 23 Agosto 2016

Dieci le persone rimaste ferite; traffico bloccato

tuttigliarticoli

footerbottom

© Copyright 2016 VideoNotizieTV
P.I. 10822650155

Powered by Weblitz

seguicifooter

Seguici su:  

Menu Servizio Footer